Ripple (XRP)

Cos’è Ripple?

Ripple (XRP) è la criptovaluta californiana in circolazione dal 2013 che, assieme all’Ethereum può essere considerata la competitor più agguerrita del Bitcoin. Come le altre valute digitali anche Ripple è caratterizzata dall’immaterialità ed il suo protocollo è stato creato da OpenCoin, fondata a sua volta da Chris Larsen e Jed McCaleb.

Tipo di moneta Coin
Moneta di rif.
Funzione Micropagamenti
Minabile No
Max Supply 100000000000
Algoritmo N/A
Proof Type Proof of Correctness
Data di inizio 02/02/2013
Top Exchange Binance, Kraken, Poloniex, Bitfinex, Bittrex
Exchange EUR Bitstamp, Kraken
Wallet Ledger Nano S

Terza criptovaluta per diffusione dopo Bitcoin e Ethereum, la californiana Ripple è stata concepita per essere adottata da istituti finanziari e banche che si occupano di investimenti. Il Ripple, a differenza dei Bitcoin è stato subito adottato dal comparto bancario come strumento di pagamento digitale per concludere transazioni finanziarie di qualsiasi entità in modo veloce e con bassissime commissioni per l’operazione.

Grazie a queste peculiarità, il Ripple viene utilizzato in ben 15 delle principali banche globali, per questo motivo molti esperti di finanza sostengono che la stessa criptovaluta espleti un ruolo “ancillare” per il futuro dell’Era Fintech.

Rispetto alle altre valute digitali paritarie, Ripple ha una fortissima somiglianza con le monete legali (euro, dollaro americano, franco svizzero, etc.) essendo regolato da un’Autorità centrale ed essendo esplicitamente pensato e utilizzato come moneta di scambio da un network di istituti bancari e finanziari.

Tra i vantaggi che rendono la criptovaluta californiana maggiormente appetibile rispetto alla pletora delle altre valute digitali sono sicuramente da apprezzare le transazioni veloci e a basso costo, che stanno attirando sempre più le attenzioni dei big della Silicon Valley in ottica pagamenti. Uno svantaggio consiste nell’enorme quantità di monete in circolazione, che non consente grandi guadagni in termini percentuali: il market cap dovrebbe crescere di trilioni di dollari per vedere un prezzo di Ripple a 3 cifre.

Inoltre, anche la stessa crescita del suo pricing nel tempo al momento non sembra prospettare una quotazione “stellare”, anche se per diversificare il proprio portafoglio di asset, Ripple è sicuramente da tenere in debita considerazione per il 2018.

Su quali exchange si può acquistare Ripple in euro?

L’acquisto di Ripple può avvenire in euro oppure in criptovalute presso gli exchange più popolari presenti sul mercato. Terza opzione sono i CFD sulle piattaforme di trading, ma queste non permettono il reale acquisto della criptovaluta XRP ma solo la conclusione del contratto sottostante per le opzioni binarie. Si possono comprare Ripple:

  • in EUR su Kraken, Bitstamp, CEX, Gatehub.
  • in BTC su Binance, Bittrex, Kraken, HitBTC, Bithumb, Poloniex, Gatehub.
  • in ETH su Binance, HitBTC, Bittrex.

Su quali wallet tenere Ripple?

Tra i wallet per Ripple digitali Gatehub, exchange che permette acquistare XRP in euro e di conservarli sull’online wallet. La scelta più sicura, invece, è rappresentata dall’hardware wallet Ledger Nano S.

Perché comprare Ripple?

La criptovaluta Ripple, in ragione delle sue caratteristiche distintive ed intrinseche è una valuta digitale che appare molto più stabile, meno soggetta alle fluttuazioni ed alle “schizofrenie” che caratterizzano il Bitcoin e le altre valute digitali. Uno dei suoi vantaggi è il fatto di essere completamente estranea al concetto del mining, ovvero alla possibilità di introitare prestando la propria opera da “minatore” all’interno del Network.

Rispetto ai Bitcoin, per la criptovaluta XRP non esistono blocchi di criptovaluta da minare, ne consegue che tutti i problemi connessi al mining ed alla fluttuazione della quotazione delle altre valute digitali risultano essere notevolmente ridotti.

Per chi acquista Ripple o per i trader che negoziano CFD con sottostante criptovaluta XRP può fruire del grande vantaggio ascrivibile al fatto che la tecnologia utilizzata per creare la blockchain è progettata per funzionare per gli istituti di credito, gli agenti di cambio e i broker, ovvero per tutti quegli intermediari che hanno bisogno di un sistema veloce ed efficiente per regolare le loro transazioni.

Non a caso la valuta digitale XRP ha un tempo di settlement stimato di 3/4 secondi e questo rende la piattaforma maggiormente competitiva rispetto alle altre.

Per il 2018 si prevede che la sua quotazione sia destinata a crescere dato che Ripple ha una rete apposita che può essere utilizzata dai Payment Providers, dalle aziende e dalle banche. Si tratta di un Network che permette d’inviare pagamenti in tutto il mondo.

Attualmente Ripple viene utilizzata da circa 75 Istituti finanziari tra i quali ci sono: 10 istituti di credito del consorzio 47-bank del Giappone, la Bank of America, la RBC e la Standard Chartered. Il che fa ben comprendere che la stessa goda di ottima reputazione, sicurezza ed affidabilità.

Next Wednesday at 3pm (PST) @bgarlinghouse will sit down for a livestream AMA moderated by @CoryTV. Got questions for him? Let us know them here.

Dig this: As of right now @BittrexExchange, @Bitso and @coinsph are now official partners for xRapid transactions using #XRP. What does it mean? 👉https://t.co/BIVhkpgCM2

The most provocative dialogue on global payments, #blockchain and digital assets is less than two months away. #SwellbyRipple https://t.co/iPt8hN5XqE

Load More...